sabato 20 luglio 2019

Carillon ( I )


Qui


In "La doppia vita di Veronica " di Krzysztof Kieślowski  ( info )


8 commenti:

  1. Elena Grammann20 luglio 2019 13:26

    Accidenti! Bisogna assolutamente che veda questo film! Non lo conoscevo proprio. La musica ha un pathos incredibile. Cercando qualche notizia, ho scoperto che Philippe Volter, un attore che mi piaceva molto, è morto prematuramente nel 2005. L'avevo molto apprezzato nel Maestro di musica di Gérard Corbiau, un altro film musicale. Lo conosci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è il film di Kieślowski che preferisco ma il soggetto è suggestivo, quindi, sì, cerca di vederlo. Io invece mi procurerò sicuramente Il maestro di musica :-) ( Grazie per l'indicazione )

      Elimina
  2. Bel film, come tutti i film di Kieslowski che amo molto. Uno di quelli che preferisco è "Film Rosso".
    Un salutone e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre guardato con interesse i film di Kieślowski ma, tra tutti, prediligo alcuni episodi del Decalogo. Quando è la Polonia a far da sfondo alle storie, queste sembrano più autentiche, acquistano di spessore e profondità.

      Elimina
    2. Io li ho visti tutti o quasi tutti i film di Kieslowski. Credimi, non so se hai visto "I Tre Colori", i film sulla Francia, ma sono uno più bello dell'altro (ma magari li conosci)
      Un salutone

      Elimina
    3. Si, mi piacquero molto ma lo stile asciutto del Decalogo continua a piacermi di più. Non vedo, comunque, da un po’ di tempo i tre film a cui ti riferisci e mi hai fatto venir voglia di ritrovarli.
      Grazie e cari saluti

      Elimina
  3. le marionette più belle che ho visto nei film, in anni recenti, sono queste e quelle di "Being John Malkovich".
    questo post lo potresti mettere anche alla voce "metamorfosi"

    RispondiElimina
  4. Hai ragione, quelle di "Being John Malkovich" sembrano avere autonomia; anche se si vede chi ne regge i fili, paiono persone e questo lascia intendere qualcosa sulla condizione umana.
    Hai ragione anche sull'etichetta del post: c'è la mutazione in farfalla..

    RispondiElimina